Giù le mani dagli Insegnanti!

Aggressioni ai docenti, Di Meglio: serve formazione giuridica adeguata
Dichiarazioni del Coordinatore nazionale all´apertura dei lavori a Grosseto del convegno nazionale “Giù le mani dagli insegnanti”
“Purtroppo la cronaca quotidiana ci dice che la violenza contro i docenti da parte di studenti e genitori non è un fenomeno episodico, ma ha ormai assunto caratteristiche di vera e propria emergenza. Di fronte a questa drammatica escalation i docenti non possono essere lasciati soli e le istituzioni hanno il dovere di farsi carico di questo problema. I dirigenti scolastici devono tutelare i docenti ed è necessaria una formazione giuridica adeguata”. 

Continue reading

Diplomati Magistrali: Docenti “usa e getta”?

           Pubblichiamo il testo, contenente l’espressione della solidarietà nei confronti di un Maestro, ed insieme di tutti i Docenti coinvolti, che stanno portando avanti lo sciopero della fame come forma di protesta, per la grottesca situazione in cui si trova tutta la categoria a causa anche della incapacità di chi governa, o meglio ha governato, di trovare soluzioni praticabili e rispettose di tutte le diverse tipologie di personale in attesa di stabilizzazione. Indipendentemente dalla realtà giuridica, ormai kafkiana, rimane la desolazione di uno Stato che ritiene questi insegnanti “idonei” all’impiego come supplenti – sfruttati al bisogno – ma non intende regolarizzarli a tempo indeterminato. 
Agli organi di informazione
In qualità di rappresentante sindacale della GILDA scuola sono a conoscenza della paradossale esclusione dall’assunzione in ruolo dei maestri diplomati decisa da una sentenza del Consiglio di Stato, esclusione che dovrebbe essere messa in pratica anche a fronte di anni di insegnamento in veste di supplenti, essere stati ammessi alle graduatorie ed aver pure superato l’anno di prova. 
Continue reading

Tiro al Prof

bersaglio
Due casi, stessa “morale”: la colpa è del Prof!
Se scrive in una nota che l’alunno è “estremamente maleducato” rischia querele e sanzioni, se non interviene contro il bullo FUORI dalla scuola (come? dicendo alla famiglia “vostro figlio è un bullo”? rincorrendolo intorno alla Scuola?) può essere condannato al risarcimento della vittima.
Due articoli da Tecnica della Scuola: LEGGI

Competenze di cittadinanza: una visione critica

pesci-mangiano1 IL TEST SUI BAMBINI IMPRENDITORI — di Anna Angelucci e Rossella Latempa
…. Siamo proprio convinti di voler introdurre, fin dalle elementari, un simile atteggiamento nei confronti della vita e del futuro? Di trasformare l’infanzia in un “paese dei mostri selvaggi” le cui cifre più profonde siano l’incertezza e la destrezza, la competitività, l’arrivismo? L’arte di vendersi imparata sui banchi di scuola?”

Continue reading