Insegnante sospesa…. per “lesa Maestà”?!

liberta Insegnante sospesa…. per “lesa Maestà”?!
Reputiamo gravissimo quanto avvenuto in un Istituto Tecnico di Palermo, a carico di una Docente che avrebbe “mancato di vigilare” sui suoi studenti: non per comportamenti maleducati o impropri, non per atti di bullismo, ma per aver “lasciato” che esprimessero critiche verso l’attuale Ministro dell’Interno. 
A quest’ultimo, che NON gradisce critiche, dubbi sulla sua fede democratica e soprattutto accostamenti a possibili derive “fasciste”, ricordiamo i regimi iniziano esattamente così: imputando i Docenti, minando la libera espressione, implementando un clima di timore nel libero insegnamento nella Scuola.
Sul caso della professoressa di italiano di un istituto di Palermo sospesa per 15 giorni per non aver vigilato sul lavoro dei suoi alunni
Incredulo“.  Così Rino di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, si definisce all´Adnkronos commentando il caso della professoressa di italiano di un istituto di Palermo sospesa per 15 giorni per non aver vigilato sul lavoro dei suoi alunni di 14 anni che nella Giornata della memoria hanno presentato un video, in cui si accostava alle leggi razziali il decreto sicurezza del ministro dell´Interno, Matteo Salvini.
“Un docente punito per non aver represso le opinioni degli studenti? La Costituzione? Ne vogliamo parlare? Giordano Bruno? Menomale che si vuole introdurre l´educazione civica.”

Continue reading

Notte di confronti – raggiunta una prima intesa

Nella notte tra il 23 ed il 24 aprile si è tenuto un serrato confronto tra le OOSS del settore Scuola-Università-Ricerca-AFAM da una parte ed il Presidente del Consiglio Conte con il Ministro Bussetti dall’altra. Le intese raggiunte hanno consentito di sospendere (non revocare) – per il momento – lo sciopero indetto per il 17 maggio, mantenendo però in piedi le altre forme di mobilitazione e attenzione, in attesa dell’avvio degli specifici “tavoli tecnici” concordati, primo tra tutti quello deputato a trovare soluzioni condivise sul tema del precariato.
http://www.gildains.it/news/ultima1.asp
Il testo dell’intesa

Mobilità, la FGU chiede al MIUR una proroga per l’elaborazione

Prorogare i termini di pubblicazione dei movimenti del personale docente per consentire l’inserimento degli ulteriori posti resi disponibili dai pensionamenti. A chiederlo al Miur è la Federazione Gilda Unams il cui Esecutivo si è riunito questa mattina a Roma. A causa del protrarsi delle operazioni di pensionamento dovute a Quota 100, – spiega la FGU – molte cattedre rischiano di restare scoperte e di essere assegnate con supplenze annuali ad attività scolastiche ormai iniziate, a discapito della continuità didattica. Per poter includere nella mobilità anche i posti lasciati liberi dai pensionamenti, e rispettare anche i termini di legge che stabiliscono l’assegnazione per il 50% attraverso trasferimenti e 50% con immissioni in ruolo, è necessario, dunque, che il Miur accolga la nostra richiesta e intervenga con una proroga”. 
UFFICIO STAMPA GILDA INSEGNANTI

 

Formazione privacy, Gilda: Non è obbligatoria

 privacy   Formazione privacy, Gilda: Non è obbligatoria per tutti i docenti
Alla Gilda degli Insegnanti non risulta che viga per tutti i docenti l’obbligo di formazione sulla privacy. Il Miur con nota 23732 del 25 luglio 2018 fissa il limite massimo di cinque partecipanti per ciascuna istituzione scolastica, tra cui obbligatoriamente il dirigente scolastico, il Dsga e il vicario del Ds.
¬ Comunicato stampa

Assemblea nazionale Gilda contro la “regionalizzazione”

italia  Assemblea nazionale Gilda si esprime contro regionalizzazione
giovedì 21 marzo 2019
L’assemblea nazionale della Gilda degli Insegnanti, dopo un ampio dibattito tra i delegati provenienti da tutta Italia, ha approvato all’unanimità un documento che esprime la contrarietà del sindacato alla regionalizzazione e chiama tutti i docenti alla massima mobilitazione.

Mobilità – Posti che si libereranno (presumibilmente)

L’U.A.T. di Padova ha pubblicato un primo elenco di “posti presumibilmente vacanti” al 1/9/2019 per la scuola secondaria di I e II grado, l’incertezza sta nel fatto che non sono ancora completate le verifiche dei requisiti pensionistici per coloro che hanno presentato le domande. I dati vanno dunque utilizzati con “cautela”. Non c’è stata ancora alcuna pubblicazione per Infanzia e Primaria, ne per la provincia di Rovigo: la pagina sarà aggiornata quando avremo i dati.
scuola sec. I gr – elenco del 13 mar 2019
scuola sec. II gr – elenco del 14 mar 2019

L’Associazione nazionale presidi e la Senatrice Granato

GILDA ¬ Comunicato stampa “Siamo esterrefatti del linguaggio offensivo usato da un’organizzazione rappresentativa dei dirigenti scolastici nei confronti dell’onorevole Granato. Alla senatrice va tutta la nostra solidarietà”. 
ANPcomunicato 
L’Associazione nazionale presidi e la Senatrice Granato
In questi giorni si sta sviluppando, nel mondo della Scuola, una polemica molto dura tra il sindacato dei Dirigenti scolastici (ANP) e la Senatrice del M5S Granato, “rea” di aver presentato un Disegno di Legge che propone l’istituzione di una “Commissione di Garanzia” presso gli USR, cui i lavoratori della Scuola possano ricorrere – prima e senza andare in Tribunale – contro decisioni dei Dirigenti considerate ingiuste o illegittime, soprattutto per questioni attinenti alle sanzioni disciplinari.
Continue reading