Domande di pensione (Legge Fornero)

pensione Emanata dal MIUR la nota operativa n. 50647 del 16 novembre 2018 relativa ai pensionamenti del personale della Scuola dal 1° settembre 2019, in attuazione del Decreto Ministeriale n. 727 del 15 novembre 2018. I requisiti anagrafici e contributivi, infatti, restano quelli previsti dalla riforma Fornero, non potendo la nota operativa prendere in considerazione o fornire indicazioni sulle novità che nei prossimi mesi saranno introdotte dal Governo (in particolare quota 100 e opzione donna).
Sintesi a cura del Dipartimento Previdenza e Pensioni
Domande di cessazione dal servizio

Le domande di cessazione dal servizio, e le eventuali revoche delle stesse, devono essere presentate entro il 12 dicembre 2018 tramite POLIS istanze on line, disponibile sul sito web del MIUR.
Per requisiti e tipologia…
Continue reading

Concorso straordinario Infanzia e Primaria: Bando

Pubblicato sulla G.U. (n.89 del 09-11-2018) il bando del Concorso straordinario per titoli ed esami per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente per la scuola dell´infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, indetto ai sensi dell´articolo 4, comma 1-quater, lettera b), del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, recante: «Disposizioni urgenti per la dignita´ dei lavoratori e delle imprese».
L´istanza di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente on line, attraverso il sistema informativo POLIS, a partire dalle ore 9,00 del 12 novembre 2018 fino alle ore 23,59 del 12 dicembre 2018.
Continue reading

ORGANICI 2018/19 – emanata l’ordinanza

Il Miur ha trasmesso agli Uffici Scolastici Regionali la nota 16041 del 29 marzo 2018 riguardante le dotazioni organiche del personale docente 2018/2019, nelle more della trasmissione, a conclusione del previsto concerto con il Mef e FP, dello schema di decreto interministeriale sugli organici 2018/19.
Il testo della circolare ricalca sostanzialmente quella dello scorso anno.
Confermato il nostro giudizio negativo (GILDA) già espresso in sede di informativa sindacale. Troppo esiguo l´aumento di risorse, assolutamente insufficiente per garantire le esigenze di funzionamento delle istituzioni scolastiche.

Continue reading

INVALSI: nuova normativa, nuovi motivi di dissenso

invalsi_blabla
Nel mese di aprile le nostre Scuole saranno coinvolte nelle attività per le “nuove” Prove Invalsi CBT (computer based test).
Nello svolgere le SUE funzioni, questo “Ente di ricerca” – esterno al MIUR e dotato di personalità giuridica autonoma, diviene man mano più invasivo sulla programmazione delle attività di ciascuna Scuola, e interferisce con i compiti e gli obblighi contrattuali del personale docente, chiamato a prestare gratuitamente opera di coordinamento e di “data entry” per questo Ente esterno.
Esame di Stato 1° grado – FAQ
Prove INVALSI terza media: nuove incombenze
Nota MIUR 20 febbraio
Comunicato Stampa INVALSI

 

Requiem per la scuola. Aggredire i docenti non fa più notizia…

Requiem per la scuola. Aggredire i docenti non fa più notizia
( www.glistatigenerali.com)
Teresa D’Errico – 12 febbraio 2018
È grave ma nessuno ne parla, si liquida il discorso pensando che, in fondo, sono solo pochi casi isolati. Invece è un dato allarmante e c’era da aspettarselo: aggredire i docenti sta diventando una cosa normale. Gli episodi recenti sono tre: nella provincia di Caserta una professoressa è stata sfigurata al volto da un alunno, con un coltello; ad Avola un docente è stato preso a calci e pugni dai genitori di uno studente: una costola rotta; a Foggia il vicepreside di una scuola media è stato aggredito ancora una volta da un genitore: setto nasale spaccato e 30 giorni di prognosi.

Continue reading

Contratto, Gilda non firma: insufficienti le risorse economiche

mancia  Nella notte tra l’8 ed il 9 febbraio, si è tenuta una “seduta-fiume” che ha portato, pochi minuti fa alla sottoscrizione da parte di ARAN-Agenzia e FlcCgil, CISL-Scuola e UIL-Scuola della Ipotesi di nuovo CCNL.
GILDA NON ha sottoscritto il testo, che pur contiene alcuni miglioramenti rispetto a quello messo in discussione a gennaio, e a cui si era opposta con decisione definendolo “inaccoglibile”.
I parziali miglioramenti del nuovo testo proposto vanno – se non altro – nella direzione che avevamo indicato: una percentuale attorno al 40% delle risorse per il “bonus” merito utilizzate per sostenere gli aumenti tabellari DI TUTTI, nessun aumento di ore lavorative, nemmeno relativamente alla Formazione e all’ASL, annullamento della parte che prevedeva la decisionalità del DS sull’utilizzo individuale delle 80 ore. Per tutte le materie non contenute nel Testo sottoscritto rimangono in vigore le clausole del vecchio CCNL (ad es. per i Permessi).

Sulla questione “sanzioni disciplinari” è stata chiesta una sequenza contrattuale specifica
Nemmeno lo Snals ha firmato l’accordo.
COMUNICATO STAMPA GILDA NAZIONALE Contratto: Gilda non firma
IL TESTO  ipotesi-ccnl-9-2-2018-istruzione_ricerca