EMERGENZA SANITARIA – SEDI GILDA PADOVA/ROVIGO

IN OSSERVANZA AL NUOVO D.P.C.M 8 marzo 2020 E VOLENDO IN TUTTI I MODI CONTRIBUIRE ALLA RIDUZIONE DEI RISCHI CI VEDIAMO – FINO A NUOVO ORDINE – COSTRETTI ALLA
SOSPENSIONE  DELLE CONSULENZE IN PRESENZA IN ENTRAMBE LE SEDI
SIAMO COMUNQUE DISPONIBILI ALLA CONSULENZA VIA MAIL, RIVOLTA PRIORITARIAMENTE AI DOCENTI ISCRITTI
NEL CASO IN CUI VENGANO AVVIATE LE
PROCEDURE DI MOBILITA’ PER L’ANNO SCOLASTICO 2020/21 VI FAREMO SAPERE COME INTENDIAMO ORGANIZZARCI
resilienza2

Didattica a distanza, Gilda: no abusi

Didattica a distanza, Gilda: no abusi  da parte dei dirigenti scolastici
Carta docente, Gilda: ampliamento acquisti anche per precari
Di Meglio: “Modi, tempi e metodi devono essere lasciati alla discrezionalità dei docenti, nel rispetto della libertà d’insegnamento

Didattica a distanza, Gilda: no ad abusi da parte dei dirigenti scolasticigiovedì 12 marzo 2020
“La maggior parte dei docenti italiani, pur se nei limiti dettati dalle tecnologie e dalle competenze digitali di ciascuno di loro e dei propri studenti, si sta adoperando attraverso la didattica a distanza per continuare a svolgere le lezioni. Riteniamo importante sottolineare, però, che modi, tempi e metodi impiegati nell’attuazione della didattica a distanza devono essere lasciati alla discrezionalità dei singoli docenti, nel rispetto della libertà d’insegnamento sancita dall’articolo 33 della nostra Costituzione”. Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, interviene in merito agli eccessi di decisionismo dirigenziale dimostrati da alcuni presidi.
Continua a leggere

8 marzo 2020 – #EachforEqual

donneForse, in questa strana primavera, senza adunate in pizzeria o spogliarelli al maschile, riusciremo a pensare alla GIORNATA della Donna attribuendole il corretto significato, che va ricercato e praticato tutti i 365 giorni (quest’anno 366).
Il tema della Giornata Internazionale della Donna 2020 è 
#EachforEqual: il compito di demolire stereotipi di genere e pregiudizi inconsapevoli, di allargare lo sguardo alle varie condizioni femminili, di valorizzare il lavoro delle donne e migliorarne l’esercizio dei diritti non spetta alle donne soltanto, ma a tutti. Ciascuno con le proprie azioni individuali, con un continuo esercizio nelle conversazioni, nei comportamenti e nel modo di ragionare può avere un impatto positivo sulla società e aiutare a costruire un mondo basato sull’equità di genere. Siamo ancora molto lontani dal poterci fermare… guardate
le animazioni tratte da unwomen.org, l’Ente delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere e le politiche per la crescita e la partecipazione delle donne (empowerment), che ha lanciato la campagnGeneration Equality.

Emergenza virus: indicazioni dal M.I.

Seppur – a nostro avviso – con notevole ritardo, ieri sera il Ministero Istruzione ha pubblicato una Nota Congiunta in cui si delineano indicazioni atte a rendere cogente ed omogenea l’applicazione delle norme. Dovrebbero così cessare tutte le fantasiose iniziative dirigenziali.
Quanto alla “didattica a distanza” ricordiamo che anche l’ANP (sindacato dei Dirigenti Scolastici) ha dichiarato che
“…l’obbligo non sussiste. I docenti non possono essere obbligati ad attuare questo genere di lezioni. Tuttavia, in questi giorni gli insegnanti hanno la possibilità effettiva di sperimentare le attività telematiche.” Per Mario Rusconi, quindi, non c’è obbligatorietà. Anche se lui stesso sottolinea che si tratta di una possibilità. “Sono convinto che da questa situazione difficile possano emergere delle opportunità di miglioramento: gli insegnanti possono, in particolare, avvantaggiarsi sulla preparazione in ambito digitale”.
Nota congiunta

Incontro al MIUR – 5 marzo

….Dall´incontro è uscita chiara e condivisa l´esigenza di lavorare in modo unitario per governare una fase di emergenza che non ha precedenti, al fine di indirizzare ogni energia in un´unica direzione: mettere in pratica ogni strategia educativa e di tutela dei diritti e della sicurezza del milione di lavoratrici e lavoratori che compongono il personale scolastico, puntando ad assicurare il ripristino più rapido possibile delle normali attività per garantire il fondamentale diritto allo studio delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Nell´incontro di oggi è stata inoltre definita la necessità di riattivare immediatamente il lavoro sui temi che rappresentano i punti cardine per il funzionamento della scuola fuori dall´emergenza.
Mobilità, organici, reclutamento, sono i temi su cui già sono stati calendarizzati i prossimi incontri tecnici in cui l´Amministrazione sarà chiamata a sciogliere anche i nodi politici.