GPS – INTEGRAZIONE -AGGIORNAMENTO

Allegato  1 – Titoli valutabili  infanzia – primaria 1 fascia – tab 1
Allegato  2 – Titoli valutabili  infanzia – primaria 2 fascia – tab 2
Allegato  3 – Titoli valutabili   sec  I  e II grado – 1 fascia – tab 3
Allegato  4 – Titoli valutabili  sec   I  e II grado  – 2 fascia – tab 4
Allegato  5 – Titoli valutabili  secondaria  ITP  – 1 fascia –  tab 5
Allegato  6 – Titoli valutabili   secondaria   ITP  – 2 fascia –  tab 6
Allegato  7 – Titoli valutabili   sostegno – 1 fascia – tab 7
Allegato  8 – Titoli valutabili   sostegno  – 2 fascia – tab 8
Allegato  9 – Titoli valutabili  personale educativo – 1 fascia  – tab 9
Allegato  10 – Titoli valutabili  personale educativo  1 fascia  –tab 10
ALLEGATI ALLA ORDINANZA

QUESTA PAGINA SARA’ AGGIORNATA CON MATERIALI ED AVVIS

Continua a leggere

Tutti contro contro la scuola statale e gli insegnanti

Da GILDA Venezia – Fabrizio Rebershegg – Bianchi, Meloni, Anp, Gavosto, Maragliano: Operazione speciale contro la Scuola pubblica statale…
e gli Insegnanti.

Dopo la pubblicazione del Decreto Legge 2 in applicazione del PNRR, l’attacco contro la scuola pubblica statale e i docenti è ormai chiaro.
Si reintroduce una pseudo carriera per i docenti “bravi e affidabili” che avrebbero un premio forfettario in busta paga se i loro comportamenti si conformano ai criteri stabiliti dal governo.
Solo in 40% potranno essere considerati “bravi docenti”. Gli altri restano semplici manovali dell’insegnamento. Non si parla di incrementi stipendiali per i docenti; anzi i premi ai meritevoli e la costituzione del nuovo carrozzone ministeriale denominato Scuola di Alta Formazione dovrebbero essere pagati con un taglio progressivo delle cattedre e della carta del docente. Non parliamo poi dell’ennesima riforma del reclutamento complicata e cervellotica che consegna al mercato dei CFU universitari la possibilità per i neo laureati di poter accedere alle procedure concorsuali.

Continua a leggere

Carta del docente: parte il ricorso per i precari

DA www.gildavenezia.it – Circolano tra i colleghi allettanti annunci che invitano i colleghi precari ad iscriversi per rivendicare il sacrosanto diritto ad avere il bonus di 500 €. della Carta del docente. A riguardo riteniamo di precisare quanto segue:
-Il tutto nasce da una sentenza (Consiglio di Stato, con la sentenza n.1842/2022) seguita ad un ricorso promosso e vinto dallo SNADIR, sindacato che fa parte della Federazione Gilda-Unams, che ha riconosciuto agli insegnanti di IRC incaricati annuali di ottenere la Carta docente (bonus 500 euro).
-Il principio del diritto è quello che per la formazione in servizio non vi può essere una disparità di trattamento tra personale di ruolo e non di ruolo (cfr. artt.63 e 64 del CCNL del 29/11/2007).
Chiederemo presto anche noi l’applicazione di tale diritto agli altri docenti con contratti a tempo determinato. Dobbiamo però chiarire bene il limite di tale diritto per evitare batoste che altri in passato hanno fatto subire ai ricorrenti.
Noi siamo abituati a vincere i ricorsi e non vogliamo vendere né fumo né facili illusioni; soprattutto cerchiamo di evitare costi ai colleghi che potrebbero perdere con iniziative iniziative affrettate o infondate.
Ad es. dobbiamo avere certezze se tale diritto possa essere legittimamente esteso anche ai colleghi con contratti di durata inferiore ai 12 mesi, ipotesi non così scontata come dicono altri.
PASSATE NELLE NOSTRE SEDI DI PADOVA E ROVIGO A SOTTOSCRIVERE LA DIFFIDA – ENTRO IL 29 APRILE

Scuola, così si è rotto il «patto educativo» fra genitori e insegnanti

di Gianna Fregonara e Orsola Riva, Il Corriere della sera, 27.3.2022
Sostanzialmente degli impiccioni. Questo sono, o meglio sono diventati, i genitori per gli insegnanti dei loro figli. Le continue interferenze delle famiglie sempre pronte a sindacare sulle scelte di maestre e professori rappresentano ormai una delle principali problematiche della professione docente. O almeno così la vedono gli insegnanti interpellati dal sondaggio Ipsos. Per il 70 per cento dei docenti è questo uno degli aspetti più critici della loro quotidianità. Del resto è notizia di questi giorni che in un famoso liceo di Milano, lo scientifico Leonardo da Vinci, si è scatenata una tale faida – oggetto del contendere: la gestione del cosiddetto «contributo volontario» pagato dalle famiglie – che l’ufficio scolastico regionale si è trovato costretto prima a mandare gli ispettori e poi a decretare la chiusura del consiglio d’istituto per «ingerenza nella potestà in materia didattica dei docenti» e «prevaricazione delle competenze del dirigente scolastico» da parte dei rappresentanti dei genitori.

Continua a leggere

Mobilità: termini presentazione domande

La notizia era nell’aria ed oggi pomeriggio ha avuto conferma, a breve si apriranno i termini per la presentazione delle domande di mobilità.
Le scadenze dovrebbero essere le seguenti:

Personale docente

  • Presentazione domande di mobilità Istanze online: dal 28 febbraio al 15 marzo 2022;
  • Presentazione della domanda per la graduatoria interna di istituto Istanze online:
    dal 16 marzo al 23 marzo 2022;
  • Inserimento al SIDI dei posti disponibili: 19 aprile 2022;
  • Inserimento al SIDI delle domande di mobilità: 23 aprile 2022;
  • Pubblicazione dei movimenti: 17 maggio 2022.
Continua a leggere