In PENSIONE dal 1/9/2022 – domande entro il 31 ottobre

Da infodocenti.it-Sono state emanate venerdì primo ottobre, la nota e il decreto ministeriale per la cessazione del servizio del personale della scuola. Le domande di pensionamento su Istanze Online dovranno essere presentate entro il 31 ottobre 2021. Le organizzazioni sindacali erano contrarie, ma il governo non le ha ascoltate.

La nota Il decreto

Come abbiamo già scritto, ci sarà solo il mese di ottobre per compilare su Istanze Online la domanda di pensionamento – poi bisognerà anche presentarla sul sito dell’Inps. Dovranno presentare la domanda anche i lavoratori della scuola che, avendo i requisiti per la pensione anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini) e non avendo ancora compiuto il 65° anno di età, chiedono la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale con contestuale attribuzione del trattamento pensionistico.

Per presentare la domanda ci saranno due istanze su Polis, una riguarderà l’opzione donna, chi andrà in pensione con la legge Fornero (e chi farà la domanda di cessazione dal servizio in assenza delle condizioni per la maturazione del diritto a pensione, o si era già trattenuto in servizio negli anni precedenti), mentre la seconda istanza riguarderà solo chi andrà in pensione con la Quota 100..

Pensione anticipata o di vecchiaia

Potranno andare in pensione i lavoratori della scuola che:

  • hanno conseguito un’anzianità contributiva minima di 41 anni e 10 mesi per le donne, e di 42 anni e 10 mesi per gli uomini (pensione anticipata);
  • hanno raggiunto l’età di 67 anni al 31 dicembre 2022 ed un’anzianità contributiva di almeno venti anni (pensione di vecchiaia (pensione di vecchiaia, art. 24, commi 6 e 7 della Legge n.214/2011, chi compie i 67 anni entro il 31 agosto 2022 verrà invece messo in pensione d’ufficio);
  • hanno raggiunto l’età di 66 anni e 7 mesi al 31 dicembre 2022 ed un’anzianità contributiva di 30 anni al 31 agosto 2022 (pensione di vecchiaia, art. 1, commi da 147 a 153 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, che compie 66 anni e 7 mesi entro il 31 agosto 2022 e rispetta il criterio della contributivo di questo punto viene messo in pensione d’ufficio).

Pensione Quota 100 o opzione donna

Potranno andare in pensione i lavoratori della scuola che:

  • hanno raggiunto l’età di 62 anni e l’anzianità contributiva di 38 anni entro il 31 dicembre 2021 (Quota 100);
  • hanno raggiunto l’età di 58 anni e l’anzianità contributiva di 35 anni entro il 31 dicembre 2020 (Opzione donna).